La sostenibile leggerezza dell'ortica

In Olanda dall’ortica si fabbricano ottimi filati sottili e flessibili. La fibra di ortica è morbida, resistente e traspirante come il lino, brillante come la seta. E’ una fibra naturale biodegradabile al 100% che possiede anche proprietà antistatiche.
 
L’ortica, nel pensiero comune, viene considerata come pianta fastidiosa, ma da oggi dovrà cambiare idea perché proprio dall’ortica è possibile ottenere un tessuto resistente e completamente ecologico. La sperimentazione parte da una piccola impresa familiare olandese che entro fine anno darà il via ad una collezione tutta realizzata con abiti in fibra di ortica.
Il tessuto che ne deriva molto simile al lino, possiede ottime caratteristiche antistatiche, termoregolatrici e traspiranti.
Ha il pregio, inoltre, di essere una valida alternativa ecologica in quanto la coltivazione dell’ortica non richiede l’uso di concimi o sostanze chimiche dannose per l’ambiente.
L’utilizzo dell’ortica nel settore tessile rappresenta una grande riscoperta: non è una dimostrazione recente infatti. In passato se ne faceva largo uso, tant’è che migliaia di uniformi dell’armata di Napoleone erano tessute in ortica. Durante le due guerre mondiali, in Germania, l’ortica veniva utilizzata per fronteggiare la mancanza disponibilità di cotone. I tessuti ricavati dalla lavorazione della fibra dell’ortica sono ipoallergenici ed ecosostenibili poiché la pianta non ha bisogno di trattamenti chimici per crescere e svilupparsi e l’uso di diserbanti e fitofarmaci è pressoché nullo. Per ottenere un tessuto dalla fibra dell’ortica, gli steli devono essere macerati in acqua per distruggere le sostanze pectiche che tengono legate tra loro le fibre. Si procede poi alla stigliatura, processo durante il quale vengono separate le fibre dalle altre parti legnose. Infine, si passa alla filatura e alla tessitura. Dalla fibra dell’ortica si possono ottenere tessuti leggeri o pesanti, freschi per l’estate o caldi come un maglione di lana per l’inverno, dipende dal tipo di lavorazione che viene effettuato. Il fenomeno della produzione di tessuto ricavato dalla fibra dell’ortica si sta espandendo in buona parte d’Europa. In Germania e Olanda è stato possibile ricostruire l’intera filiera. Questo successo è stato ottenuto grazie alla tradizione nella lavorazione della fibra di ortica e a condizioni climatiche favorevoli per la crescita delle piante e per la macerazione in campo degli steli.
L’olandese Netl, inventore di questa nuova fibra ecologica, presenterà a breve tempo un’intera collezione di abiti in fibra di ortica. Pruriti a parte, le prospettive sembrano davvero allettanti.
Fonte: tuttogreen.it, netl.nl
<p>Oltre a informazioni su<em><strong> netl abiti ortica, abiti eco sostenibili</strong></em><em><strong></strong></em> su Effetto Terra, puoi trovare informazioni su filati ortica, abiti ortica a <a href="/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche.</p>"

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

Contenuti più visti

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter