"Ricette del cavolo" - Involtini di farro

Conosciuto sin dai tempi di greci e romani, è citato già da Crisippo, Plinio e Columella. Se i primi lo ritenevano generato nella notte dei tempi dal sudore del padre degli dei, Zeus, il padre della medicina, Ippocrate, lo utilizzava per lenire coliche e dissenterie. I secondi, invece, mangiandolo crudo, ritenevano che questo ortaggio li aiutasse ad assorbire meglio l’alcool dei luculliani banchetti cui erano dediti cimentarsi. Allora perché non provare ad inventare un piatto gustoso, ricco e nutriente, con alcuni alimenti che accompagnano le nostre tavole sin dall’antichità.

Preparazione: 30 minuti
Ingredienti per sei persone

  • 120 grammi di farro
  • 250 grammi di funghi fingerli
  • 400 grammi circa di verza
  • 1 porro piccolo
  • 1 carota
  • 2 spicchi d’aglio
  • olio d’oliva
  • brodo vegetale

Preparazione

Mettere a bagno il farro in acqua fredda per dodici ore, poi cuocerlo in abbondante acqua salata per un’ora e mezza e scolarlo. 

Pulire e tritare il porro, la carota ed il sedano, far appassire in una padella con l’olio e l’aglio. Pulire i funghi e tritarli grossolanamente, aggiungere al soffritto e cuocere per circa 20 minuti, bagnando con qualche cucchiaio di brodo. Eliminare quindi l’aglio, aggiungere il farro e far insaporire per 4- 5 minuti, regolare di sale e pepe. 

Portare a ebollizione abbondante acqua salata e scottarvi le foglie della verza per due – tre minuti, scolarle e metterle ad asciugare su un canovaccio. 

Quando le foglie di verza si saranno raffreddate, allargarle bene e distribuirvi il farro, arrotolandole su se stesse fino a formare degli involtini.

<p align="justify">Oltre a informazioni sul cibo, gusto, ortaggi, piatti tradizionali, <em><strong>antipasti, verza</strong><strong>, involtini di farro, </strong></em>su Effetto Terra, puoi trovare informazioni su alimentazione, prodotti naturali, farro, prodotti biologici e iscriverti a <a href="http://www.effettoterra.org/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="http://www.effettoterra.org/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="http://www.effettoterra.org/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="http://www.effettoterra.org/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche.</p>"

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter