Haiti: lo sviluppo passa per la salvaguardia dell'ambiente

Paese martoriato da catastrofi naturali come pochi, Haiti si è impegnato in una radicale campagna di riforestazione, dandosi l’ambizioso obiettivo di piantare 50 milioni di alberi all’anno.
 
La notizia, apparsa in questi giorni sul quotidiano britannico Guardian, spiega come la superficie forestale attualmente ammonti solo al 2% del territorio del Paese (una delle percentuali più basse al mondo) e l’esecutivo abbia intenzione di raddoppiarla entro il 2016. Disordini e violenze, instabilità politica e disastri naturali costellano la storia recente e passata di Haiti, il paese caraibico con i peggiori indicatori economico-sociali dell'intera America Latina e di tutto l'emisfero occidentale, si trova sulla rotta stagionale degli uragani caraibici e negli ultimi 10 anni ha sopportato almeno 20 gravi disastri naturali, con oltre 10.000 morti ed ingenti distruzioni materiali. Circa il 60% delle famiglie delle zone rurali e il 32% delle aree urbane soffrono di una cronica insufficienza alimentare; il 20% della popolazione haitiana versa in condizioni di estrema vulnerabilità. A peggiorare la situazione ed a delineare uno scenario con poche possibilità di sviluppo sostenibile, se non si cambia rotta, anche la situazione naturale. Haiti infatti è uno dei paesi dove il degrado e la perdita di coralli e maggiore, così come la biodiversità più a rischio, dove sono ben 15 le specie di rane gravemente minacciate di estinzione, che vivono limitate in un'unica area, non protetta. Per questo il ministro per l’Ambiente Jean François Thomas auspica che nell’arco di dieci anni le foreste arrivino a ricoprire l’8-10% del territorio. Saranno portati avanti anche programmi educativi per promuovere le alternative al legno per la cottura. Il governo si è impegnato inoltre a rivedere la legislazione relativa alla deforestazione illegale, incrementando controlli e sanzioni. Ad Haiti la deforestazione è una delle cause scatenanti della povertà: porta infatti a un peggioramento della qualità del suolo e dei rendimenti agricoli, alla scarsità d’acqua e, di conseguenza, al rischio di malnutrizione, aggravando l’impatto dei disastri naturali come terremoti, inondazioni e uragani.
 
Fonte: Valori, Unicef
 
 
<p>Oltre a informazioni su <strong><em>catastrofi haiti, deforestazione haiti</em></strong>, su Effetto Terra puoi trovare informazioni su, deforestazione, terremoti haiti, uragani haiti, riforestazione haiti e iscriverti a <a href="/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche.</p>"

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter