Rimedi naturali contro le punture di zanzara

L’estate porta con sé tra le altre cose, l’incremento della presenza delle zanzare, che come natura, prendono di mira le parti del corpo scoperte pungendo. Sono molti i prodotti utili a difendersi dai loro pungiglioni ma a volte non sono salutari né per noi né per l’ambiente che ci circonda. Esistono alternative sostenibili?
 
È la femmina della zanzara che punge in modo fastidioso, perché va in cerca di cibo per “generare”. Solitamente la sua “dimora” è situata in un raggio di 150 metri dal suo territorio di caccia ed è probabile che sosta nelle vicinanze delle sue “prede”.
Un rimedio efficace contro le zanzare è dato dagli aromi di alcune piante. Diversi arbusti o vegetali possono essere odiosi per questi insetti e apprezzati invece dall’uomo.
Soluzioni utili sono le erbe profumate che si utilizzano nell’arte gastronomica come la menta, il rosmarino o il basilico; oppure vegetali coltivati sia nei vasi sui balconi che nei giardini: citronella, la calendula, la monarda, l’agerato o l’erba gatta. Il geranio pelargonium è particolarmente appropriato.
Per impedire possibili insediamenti è opportuno evitare che si formino, nelle vicinanze delle abitazioni, ristagni d’acqua che sono ideali per la loro riproduzione. Il tempo d’incubazione delle uova è solitamente di 10 giorni.
Controllare, ad esempio, periodicamente che l’acqua versata per abbeverare le piante non stagni nei recipienti o nei sottovasi; non dimenticarsi di coprire con delle zanzariere pozzetti adiacenti alle abitazioni; infine, i pesciolini rossi, delle fontane o dei laghetti, con la loro perlustrazione “cancellano” il problema larve.
Se, tuttavia, l’abitazione è posizionata in un’area gremita, è opportuno montare zanzariere alle finestre, acquistate o costruite direttamente procurandosi teli, legno, chiodi e martello. Una buona soluzione per la bonifica delle cantine è di utilizzare una bottiglia contenente zucchero o del lievito e ricoprirla con una carta scura.
Anche un’alimentazione appropriata evita la puntura della zanzara. Infatti, sembra che le vitamine B1, B6 e C sono poche tollerate dagli intrusi. Mangiare peperoncino, condire con aglio o basilico può essere, pertanto, utile.
Infine, sia le rondini che i pipistrelli sono ottimi alleati se non sono maldestramente allontanate.

Fonte: stilenaturale.com.

 
<p>Oltre a informazioni su <strong><em>i rimedi naturali contro le punture di zanzara,</em></strong> su Effetto Terra, puoi trovare informazioni su rimedi naturali, erbe officinali, proprietà della liquirizia, e iscriverti a <a href="/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche.</p>"

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter