Mal'aria 2011

Legambiente come ogni anno pubblica, supportata da dati approfonditi, la classifica delle città più inquinate d'Italia. Scarsa la qualità dell'aria nelle nostre città. Un'emergenza sanitaria e ambientale che l'Italia continua ad affrontare in modo poco efficace.

Legambinete ha pubblicato il consueto dossier annuale sulla qualità dell'aria nelle città italiane, Mal'aria, e come sempre i dati non sono positivi. Sono ben 48 i capoluoghi di provincia che hanno superato il limite giornaliero di 50 microgrammi/m3 di polveri sottili oltre la soglia dei 35 giorni consentiti dalla legge.

L'epicentro è l'area più “produttiva” della penisola, la pianura padana, con Torino maglia nera italiana, superata in Europa soltanto dalla bulgara Plovdiv nella speciale classifica di città più inquinata. Ma anche il resto d’Italia, in particolare Frosinone e Napoli, non si discostano dai dati padani.

Tra le cause maggiori: i mezzi di trasporto privati e le attività industriali. Legambiente, con la voce del proprio direttore generale, Rossella Muroni, afferma:“Per curare la malattia cronica della cattiva qualità dell’aria e dell’inquinamento acustico non bastano interventi spot come la giornata nazionale della bicicletta o parziali limitazioni al traffico. Servono interventi più ampi e strutturali, dal contrasto all’auto privata al rilancio del trasporto pubblico, che deve essere appetibile per i cittadini tramite l’estensione delle corsie preferenziali e un’adeguata offerta dei km percorsi. Come ha osservato la Commissione europea in risposta alla richiesta di deroga avanzata dall’Italia per i superamenti di PM10, è necessaria una legge quadro sulla mobilità, che stabilisca criteri uniformi per i provvedimenti comunali e provinciali in modo da garantirne l’efficacia e la durata nel tempo insieme allo stanziamento di adeguate risorse economiche per la loro realizzazione”.

Il  dossier di Legambinete non conferma solo l’alto livello d’inquinamento, ma anche l’assenza di un vero piano nazionale d’intervento.

Da domenica 30 gennaio sino al 30 marzo in edicola: "Come difendersi dallo smog" con il Corriere della Sera a € 3,99 Guida, a cui ha collaborato Legambiente, 100 domande e 100 risposte semplici e pratiche sull'inquinamento, le sue cause, gli effetti sulla salute e i rimedi possibili per non correre rischi.

 

Oltre a informazioni su<em><strong> Mal&#39;aria 2011</strong></em>, su Effetto Terra, puoi trovare informazioni su inquinamento, polveri sottili,pm10,salute,ambiente e iscriverti a <a href="http://www.effettoterra.org/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="http://www.effettoterra.org/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="http://www.effettoterra.org/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="http://www.effettoterra.org/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche. "

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter