Smaltimento rifiuti ingombranti

L'AMIAT (Azienda Multiservizi Igiene Ambientale Torino ) offre l'opportunità per liberarsi degli oggetti di una certa grandezza o inquinanti .
Quali sono i rifiuti ingombranti?
Mobili, elettrodomestici (es.frigoriferi, cucine, lavastoviglie, lavatrici, televisori, computer, telefoni, ecc.), sanitari (es.WC, vasche da bagno, lavabi, ecc.).
Quali rifiuti non sono considerati ingombranti? Residui di ristrutturazione e macerie. Questi vanno portati direttamente in discarica in via Germagnano 50, a cura delle ditte che effettuano i lavori edili, senza alcun onere aggiuntivo per gli utenti.

Modalita' di conferimento
I rifiuti ingombranti non possono essere depositati nei cassonetti stradali e tantomeno abbandonati in strada, pena sanzione.
Amiat offre ai privati cittadini tre alternative per disfarsi dei rifiuti ingombranti:

  • chiedere al Numero Verde Amiat 800-017277 il ritiro gratuito a domicilio; 
  •  portarli direttamente e gratuitamente ai centri di multi raccolta Amiat che si trovano a Torino:
  •  incaricare la ditta fornitrice dei mobili o degli elettrodomestici acquistati di ritirare il proprio usato (nel caso in cui la ditta sia convenzionata con l' Amiat)..

Come si riutilizzano i materiali
I contenitori di legno, ad esempio i pallets o le cassette per ortofrutta, possono rientrare nel ciclo produttivo diventando parti di mobili. Anche molti oggetti metallici si possono riutilizzare: le grucce di metallo usate dalla tintoria per appendere gli abiti possono essere riportate alla stessa la volta successiva.

Come si trasformano i rifiuti
I rifiuti ingombranti raccolti direttamente da Amiat vengono suddivisi in metallici, legnosi e altro.
I metalli sono avviati al recupero nelle fonderie subito dopo essere stati suddivisi per materiali omogenei tramite l'utilizzo di una grossa calamita.
Anche il legno viene selezionato per tipo, ripulito da corpi estranei come la carta o la stoffa e poi ridotto in scaglie. Alle scaglie pressate vengono aggiunti a collanti per dar luogo a pannelli di legno nuovi, impiegabili nella costruzione di mobili e nei rivestimenti per interni ed esterni. Gli scarti industriali della lavorazione del legno vengono invece impiegati per la produzione della carta.
Tutte le apparecchiature elettriche ed elettroniche sono portati all'impianto Amiat TBD, società adibita al trattamento, bonifica e recupero di tali materiali.
Gli altri rifiuti non riciclabili vengono avviati alla discarica.

Gli ecocentri Amiat
Fin dagli anni Novanta, Amiat e la Città di Torino hanno messo a disposizione, per favorire la raccolta differenziata dei cittadini gli ecocentri. Questi sono della aree attrezzate dove tutta la popolazione può conferire gratuitamente, materiali recuperabili, rifiuti urbani pericolosi e rifiuti ingombranti. Gli ecocentri sono classificati come centri di raccolta dei rifiuti da apparecchi elettrici ed elettronici (RAEE). Sono accessibili sia ai cittadini sia ai rivenditori e installatori autorizzati.
Presso gli ecocentri i cittadini possono disfarsi gratuitamente di:
•    Abiti usati, scarpe e accessori;
•    Apparecchi elettrici ed elettronici;
•    Giocattoli elettrici ed elettronici;
•    Ingombranti;
•    Lampade alogene, fluorescenti, al neon;
•    Legno;
•    Macerie in piccole quantità;
•    Metalli e leghe;
•    Occhiali usati;
•    Oli alimentari usati;
•    Pneumatici (massimo 4);
•    Rifiuti pericolosi (bombole del gas vuote, colle e solventi, farmaci scaduti, pile e batterie, siringhe, vernici, olio minerale);
•    Sanitari, ceramiche, stucchi, tappezzerie, manufatti in legno o in ferro;
•    Sfalci e potature da giardini privati;
•    Tappi in sughero;
•    Toner e materiale consumabile di fax, stampanti e fotocopiatrici;
•    Carta e cartone, imballaggi in plastica, metalli e vetro.

Dove sono?
In città sono presenti sette ecocentri, distribuiti su sei delle dieci circoscrizioni di Torino. I rifiuti raccolti, sono portati ai centri di recupero al fine di essere reintrodotti in un nuovo ciclo produttivo o smaltiti nel rispetto della sostenibilità ambientale.
indirizzi e orari di apertura degli ecocentri Amiat:
•    Via Arbe, 12 – da lunedì a sabato ore 7:00 – 19:00. All'interno della struttura è presente un laboratorio artigianale in cui sono recuperati i piccoli oggetti ormai inutilizzati, successivamente venduti nel mercatino interno. Il Mercatino di via Arbe è aperto mercoledì e giovedì, dalle 15:30 alle 18:30, venerdì dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:30 alle 18:30, sabato dalle 9:30 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 18:30;
•    Via Germagnano, 48/A – da lunedì a sabato 7:15 – 19:00;
•    Via Gorini, 20/A – da lunedì a sabato 7:15 – 19:00;
•    Corso Moncalieri, 420/A – da lunedì a sabato 7:15 – 18:30;
•    Via Ravina, 19/A – da lunedì a sabato 7:15 – 18:30; domenica e festivi* 7:30 – 13:00;
•    Via Salgari, 21/A – da lunedì a sabato 7:15 – 18:30;
•    Via Zini, 139 – da lunedì a sabato 7:15 – 18:30; domenica e festivi* 7:30 – 13:00.

*A esclusione di Capodanno, Pasqua, Festa dei lavoratori, Ferragosto e Natale.

Per ulteriori informazioni consultare il sito http://www.amiat.it/

Scheda aggiornata al 18/07/2017


Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter