Passaggio a Nord Ovest

Continua il viaggio del treno verde nelle stazioni italiane. Le carrozze di Ferrovie dello Stato e Legambiente faranno tappa dopo questo week end beronese a Milano, Varese e Torino. Un'occasione per ripensare le città in un'ottica smart, con al centro mobilità sostenibile e nuovi stili di vità.
 
Il viaggio iniziato il 13 febbraio si conclederà il 28 marzo, e rappresenta una campagna dedicata al rilevamento dell’inquinamento atmosferico e acustico e pensata per informare, sensibilizzare e promuovere tra i cittadini le buone pratiche in tema di mobilità sostenibile e per l’abbattimento delle polveri inquinanti. Compagno di viaggio del Treno Verde, come nelle precedenti edizioni, sarà il Laboratorio mobile Qualità dell’Aria di Italcertifer, che in ogni città rileverà i dati relativi all’inquinamento acustico e alla qualità dell’aria. Oltre ai valori del PM10, saranno raccolte informazioni sulle concentrazioni nell’aria di benzene, biossido di azoto, monossido di carbonio, biossido di zolfo e ozono. E quest’anno verrà monitorato anche il PM 2,5  con l’obiettivo di tenere alta l’attenzione anche sulla frazione di polveri più dannose per la salute e di pretendere che a livello europeo e nazionale siano adottati valori limite più stringenti e maggiormente, idonei a tutelare la salute dei cittadini, fissando valori giornalieri o più a breve termine oltre il valore obiettivo come media annua attualmente vigente.
Le nostre città – ha dichiarato il direttore generale di Legambiente Rossella Muroni - devono tornare a respirare, ad essere più verdi, ad avere uno sviluppo in sintonia con l’ambiente ed essere delle fucine di innovazione. Ripensare i centri urbani, migliorare la qualità di vita e dell’aria significa prima di tutto ripartire dal trasporto pubblico, che si conferma essere un passaggio strategico per il cambiamento dei nostri centri urbani. Eppure il nostro Paese fatica ad intraprendere questa importante e necessaria strada: il 2013, sancito dalla comunità europea  come “anno dell’aria”, doveva essere l’anno per affrontare  seriamente il problema dell’inquinamento atmosferico ma, invece, si è fatto davvero poco e anche il 2014 non sembra iniziare nei migliori dei modi. Continuiamo ad accumulare ritardo nella competizione con la qualità della vita delle città europee. È dunque urgente intraprendere azioni efficaci e interventi mirati per risolvere il problema dell’inquinamento atmosferico in tutta la Penisola, destinando più fondi e incentivi al trasporto pubblico locale e all’ammodernamento della rete ferroviaria, invece, che per la realizzazione di faraoniche e talvolta inutili e superflue opere autostradali”.
 
Le prossime fermate del treno verde
  • Verona (P. Vescovo) – 15, 16, 17, 18 marzo
  • Milano (P. Garibaldi) – 20 marzo (solo conferenza stampa)
  • Varese – 21, 22, 23 marzo
  • Torino (P. Nuova) – 25, 26, 28 marzo
www.legambiente.it/treno-verde-2014 [etr]
 
Fonte: Legambiente.it
 
<p>Oltre a informazioni su <strong>Treno verde 2014</strong>, treno verde, mobilità sostenibile, legambiente, su Effetto Terra, puoi trovare informazioni su smart city, inquinamento atmosferico, inquinamento e iscriverti a <a href="/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche.</p>"

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter