Un turismo responsabile basato sulla green economy

La disoccupazione e la crisi globale, secondo l'Unione Europea, vanno combattute facendo ricorso alla green economy, al turismo responsabile, all’eco-sostenibilità e alla riduzione dell’impatto ambientale.
 
Esistono modelli di consumo alternativi, che riescono a conciliare sviluppo economico e difesa dell'ambiente? La risposta sembra essere affermativa. In Italia, per esempio, investendo maggiormente nel turismo responsabile si potrebbe registrare un aumento cospicuo del PIL e dell’occupazione.
In un momento di stallo economico e di crisi occupazionale occorre investire in quella che da molti è considerata la chiave di volta: la green economy. Recenti indagini del comparto turistico hanno confermato – in modo inequivocabile – che investendo maggiormente nel settore si avrebbe un positivo ritorno economico dell’8% in termini di PIL e oltre 2,5 milioni di posti di lavoro si creerebbero. C’è bisogno, tuttavia, d’interventi concreti e in grado di riconvertire l’intero comparto, secondo i principi dell’eco-sostenibilità e dello sviluppo sostenibile per rilanciare il turismo a livello mondial.. Esistono già in tal senso precise direttive Comunitarie che impongono di investire nelle infrastrutture e convertire le politiche della gestione delle falde acquifere; della gestione sostenibile dei rifiuti; del risparmio energetico nell’edilizia e il sistema dei trasporti. Il suggerimento degli esperti offre inoltre lo spunto e indica le diverse aree in cui investire: implementazione delle certificazioni ambientali a livello territoriale; ampliamento dell’offerta turistica in termini geografici; valorizzazione delle risorse ambientali e paesaggistiche; destagionalizzare l’offerta turistica.
Suggerimenti che il mercato pare già accogliere,  come dimostra  il TripAdvisor Industry Index™, sondaggio condotto nell'ottobre scorso dal famoso sito di recensioni su viaggi e servizi legati al turismo, censendo 25 mila strutture nel mondo, di cui 3 mila solo in Italia. Dai dati emerge che nel nostro paese una percentuale altissima di albergatori, il 94%, concorda sul fatto che l’adozione di misure a tutela dell’ambiente sia importante; dal lato dei clienti, invece, il 95,5% predilige strutture ricettive eco-sostenibili e, un 27,3%, dichiara di preferirle anche a costo di pagare prezzi più elevati.
 
Fonte: tuttogreen.it, wikicsr.it
 
 
<p>Oltre a informazioni su <em><strong>green econmy, turismo responsabile, tripadvisor industry index  </strong></em>su Effetto Terra puoi iscriverti a <a href="/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche.</p>"

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter