Green Road. Turismo responsabile

Puglia, Lombardia e Basilicata sulla Green Road. Nasce il progetto che mira allo sviluppo del turismo green e del territorio, potenziando aggregazione, inclusione, internazionalizzazione, innovazione e sostenibilità.
 
Il progetto riguarda il percorso di valorizzazione dei territori, che coinvolge due ambiti: il Gruppo di azione locale (Gal) ´Colline Joniche´ il primo, con sede a Grottaglie, in Puglia, e che coinvolge 11 Comuni, dove si è creato un vero e proprio ´ecoparco´ attraverso le masserie. Mentre, in Basilicata, risiede il secondo ed interessa la zona del Parco nazionale dell´Appennino lucano, dove si può spaziare dai calanchi di Aliano ai borghi antichi, fino alle vette di Viggiano. Il progetto lucano è promosso dalla Fondazione Eni Enrico Mattei.
A firmare il documento sono state due associazioni: la Sherwood di Grottaglie (con cui sarà avviato un progetto sulla mobilità sostenibile, ´Semplicemente pedalando´) e la 100 Cascine di Milano.
Vogliamo creare una geo-comunità, in una strategia di area vasta tra regioni e aree che condividono gli stessi valori – spiega Antonio Prota, presidente del Gal Colline Joniche. – “Primo fra tutti la valorizzazione del territorio come importante fattore di produzione, inserendo dinamiche di social business e simbiosi turistica”.
Il progetto Green Road è ispirato ai principi del turismo sostenibile” – dice Cristiano Re, coordinatore progetti speciali Fondazione Enrico Mattei– “E’ uno studio, un’indagine sul campo, alla quale è seguita l’ideazione degli itinerari proposti nel progetto incentrati sul tema della natura, della storia e del cineturismo e sulle peculiarità e i valori che definiscono il territorio lucano”.
Il progetto green vuole rispondere ad un’offerta di turismo che mira a coniugare la fruizione del patrimonio ambientale alla possibilità di vivere una vacanza attiva in un mix di relax e autenticità.
 
Fonte: cittasostenibile.net
 
 

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter